come pulire il bagno

Scopri come pulire il bagno in modo igienico e corretto

Il bagno rispetto alle altre stanze della casa ha bisogno di essere curata e pulita molto più spesso visto che molti sanitari vengono a contatto con molte parti del nostro corpo. Appunto per questo è facile chiedersi, come pulire il bagno nel modo corretto?

Inanzitutto un elemento che non deve mancare è l’acqua, anche se ovviamente può portare del calcare, ma sicuramente è un liquido che ci permetterà di far scorrere tutte le sostanze indesiderate e poi esistono svariati modo per eliminare il calcare anche in modo definitivo.

Per iniziare non devono mai mancare spugne, preferibilmente differenti dal wc al lavandino, guanti in lattice o per la pulizia, e qualche prodotto della nonna per una pulizia ottimale.

Le prime fasi di come pulire il bagno

Iniziamo a dare una pulita alle piastrelle del nostro bagno.

Le piastrelle si pensa che non vi sia necessità di lavarle quotidianamente, ma vi sbagliate.

Sicuramente non andranno fatte ogni volta che si pulirà il bagno, ma sicuramente molto più spesso di quello che si pensa.

Questo perchè, sopratutto in prossimità della doccia, lo sporco si accumula tra le fughe delle piastrelle e si potrebbe fermare anche della muffa.

Un ottimo composto da utilizzare è acqua e aceto, oltre ad asciugare sempre le piastrelle ogni volta che si farà la doccia.

Passiamo ora ai sanitari fondamentale è la sua pulizia

Per sapere come pulire il water è buona cosa immergerci della candeggina all’interno e strofinare le pareti di esso o con lo scopettone o con una spugna(utilizzando sempre i guanti), questo permetterà di eliminare tutte le parti gialle che si accumulano con il passare del tempo.

Un consiglio utile per evitare che si formino incrostazioni, può essere quella di inserire al suo interno ogni volta che si effettua una pulizia un misurino di un tappo di candeggina pura e lasciarlo riposare per un paio d’ore e poi tirare l’acqua.

Cosa fondamentale quando si usa la candeggina è importante tenere le finestre aperte, per far arieggiare l’aria.

A questo punto iniziamo a spolverare la stanza dalla polvere che si annida sui mobili, sui sanitari ed eliminiamo le ragnatele, si inizia sempre a pulire dall’alto verso il basso.

come pulire il bagno e le piastrelle

Come pulire i sanitari del bagno nel modo giusto.

Quando ci chiediamo come pulire il bagno , pensiamo subito ai sanitari e a germi e batteri.

Prodotti per disinfettare i nostri sanitari ne conosciamo di tutti i tipi, ma esistono dei rimedi della nonna che sono eccellenti e disinfettano più di tutto.

Consigliato è utilizzare acqua e bicarbonato, prodotto naturale e funzionale.

Passare questo composto in ogni parte e angolo dei nostri sanitari anche nelle parti più nascoste, e non dimentichiamoci dello sciacquone che va sempre pulito anche solo con acqua e sapone.

Quando passiamo al lavandino ricordiamoci di pulire anche il bicchierino degli spazzolini che deve essere lavato e asciugato con molta cura.

La vasca è un sanitario che ci permette di immergerci al suo interno e quindi deve essere pulita e igienizzata.

Sicuramente lavarla con acqua e sapone ogni qualvolta che viene utilizzata, aiuta per tenerla sempre pulita.

Le superfici della vasca che sono di smalto, si possono lavare con detersivo per i piatti, questo per non far perdere la sua lucentezza. Per una vasca in acrilico, i prodotti naturali sono ben accetti come bicarbonato, limone e aceto.

Per la doccia invece diluire l’aceto nell’acqua è perfetto per i vetri.

Una spatola asciuga-vetri, utilizzata ogni volta che si farà una doccia e aiuterà a mantenere i vetri splendenti e lontani dal calcare.

Il lavandino e il bidè si consiglia di pulirli giornalmente per eliminare la schiuma che molte volte si deposita ( utilizzando spesso con sapone).

La rubinetteria e come pulire il bagno

Abbiamo visto nel dettaglio come pulire il bagno, ma dobbiamo pensare anche alla rubinetteria.

Se la nostra rubinetteria presenta poco calcare o si attua una pulizia ordinaria, si possono utilizzare prodotti naturali, come aceto bianco, imbevendo un panno. Dopo una prima passata, risciaquare con acqua e asciugare accuratamente.

In caso contrario un ottimo anticalcare per le prime volte può essere una buona soluzione.

Per una rubinetteria cromata, uno spazzolino da denti per la pulizia e una carta oleata da cucina, da strofinare sulla rubinetteria, li farà splendere.

pulizia bagno e la rubinetteria

Piccoli consigli da attuare per sapere come pulire il bagno

Esistono piccoli consigli che si possono attuare, oltre a quelli già evidenziati prima quando abbiamo un bagno sporco:

  • Far areggiare il bagno spesso e se non si hanno le finestre, accendere l’aspiratore
  • Nel lavandino e sul vetro spesso abbiamo macchie di dentifricio, eliminamole appena le notiamo e asciughiamo il lavabo
  • risciacquare spesso le spugne durante il lavaggio della stanza
  • Non dimenticarsi di lavare la tenda della doccia, anche li si può formare della muffa.

Come pulire il bagno in modo completamente naturale

Come scritto sopra si può pulire il nostro bagno con prodotti o chimici o naturali , ma è anche vero dire che non sono gli unici prodotti.

L’utilizzo di acqua ozonizzata permette di pulire il bagno in modo preciso e disinfettato senza utilizzo di ulteriori prodotti.

L’acqua ozonizzata , arricchita di ozono, cioè un gas naturale, sanifica tutte le superfici.

Esso viene utilizzato sia a livello medico che all’interno dei ristoranti, combattendo i batteri.

Igenial ideale per sanificare tutte le superfici

Igenial è un ozonizzatore domestico che ti permetterà di avere acqua ozonizzata sia per il lavaggio in lavatrice dei tuoi vestiti, senza dover utilizzare il detersivo, sia per la pulizia della tua casa, pavimenti, oggettistica, mobili.

L’acqua ozonizzata non ha controindicazioni per l’uomo, infatti può essere utilizzata anche per la pulizia del viso e mani, per pulire gli alimenti e per disinfettare piccole lesioni anche dei bambini.

Lascia un commento