Consumo acqua lavatrice e l'esistenza di un metodo innovativo

Consumo acqua lavatrice e  l'esistenza di un metodo innovativo

Quando si decide di investire su un elettrodomestico come la lavatrice, uno dei tanti elementi da valutare è sicuramente il consumo dell’acqua.
Molte persone sottovalutano tale aspetto, concentrandosi di più sull’estetica e sul modello di ultima uscita, ignorando il fatto che una buona lavatrice dipende anche dal suo consumo.

Rispetto al passato l’evoluzione tecnologica ha contribuito a migliorare i consumi e si può affermare che sono stati fatti passi da gigante:
oggi per un ciclo di lavaggio una famiglia consuma in media 40-50 litri di acqua per una capienza di 5 kg.

Chi desidera fare un buon acquisto, unendo l’utile al dilettevole, deve concentrarsi su molteplici aspetti che meritano di essere approfonditi.

Consumo acqua lavatrice: l’importanza dell’efficienza energetica

Il primo elemento da tenere in considerazione riguardo il consumo dell’acqua è l’efficenza o classe energetica della lavatrice.
Questa informazione è molto facile da individuare perchè viene esplicitamente fornita nell’etichetta informativa esposta nei negozi di elettrodomestici.

La classe energetica aiuta a capire quali modelli di lavatrici sono a risparmio energetico e ciò è fondamentale per valutare allo stesso tempo i consumi. Si può affermare che le lavatrici più moderne sono più veloci ed efficaci, quindi hanno un livello di consumo minore rispetto ad un vecchio modello.

 

Generalmente si trovano lavatrici con classe energetica A ed A+ che indicano dei consumi certamente diversi infatti la prima si classifica per una consumo tra 0,17 e 0,19 Kw per chilo, mentre la seconda non supera i 0,17.

Questo sta a significare in parole povere che le lavatrici contraddistinte con la A+ consumano di meno.

consumo dell'acqua della lavatrice influisce la classe energetica dell'elettrodomestico

 

Consumo acqua lavatrice: i modelli a basso consumo

Un altro elemento da considerare per calcolare il consumo di acqua fa riferimento alla potenza della centrifuga.

Colui che è interessato ad acquistare un ottimo elettrodomestico deve anche valutare che esso abbia una buona centrifugazione.

 

É chiaro che non si può parlare effettivamente di un basso consumo se poi quella lavatrice non effettua una discreta centrifuga per cui si è costretti ad utilizzare più energia elettrica per asciugare i propri panni, soprattutto nei mesi invernali.

 

Si può ben capire che si tratta di due facce della stessa medaglia: il consumo di acqua e quello della luce sono due variabili che camminano di pari passo.

Consumo acqua lavatrice e come calcolare il risparmio

In realtà esiste un modo per poter risparmiare sul consumo di acqua ed è prediligere cicli brevi ed a temperature più basse.

In questo modo se si utilizza una temperatura dell’acqua minore, si ha un effettivo risparmio anche energetico che può arrivare fino al 30%.

 

Si tratta però di una soluzione temporanea e non sempre efficace perchè non tutti i capi possono essere lavati optando per cicli brevi ed a basse temperature per ovvi motivi, per cui non si tratta proprio di un’ideale geniale.

calcolare il consumo della propria lavatrice per risparmiare

 

Consumo acqua lavatrice: un metodo efficace con Igenial

Coloro che sono dotati di una lavatrice che ormai ha i propri anni ma continua a svolgere la sua funzione in modo soddisfacente, possono valutare un’altra alternativa per limitare il consumo di acqua, ossia far uso di Igenial.

Esso è un ozonizzatore domestico per lavatrice che consente di trasformare l’acqua in un vero e proprio liquido pulente ed igienizzante, grazie alla presenza di questo apparecchio innovativo che deve essere inserito all’interno della lavatrice. Con il suo utilizzo è possibile lavare i propri panni senza più utilizzare detersivi ed ammorbidenti vari.

 

I vantaggi che ne possono derivare sono molteplici e non riguardano esclusivamente la pulizia ed il guadagno in generale, ma anche l’impatto con l’ambiente.

Consumo acqua lavatrice: il nuovo modo di fare il bucato

Fare il bucato rappresenta un’operazione necessaria per chiunque, di cui non si può farne a meno. Coloro che hanno una famiglia sono perfettamente a conoscenza che in media,ogni 2-3 giorni, è indispensabile fare un lavaggio per non ritrovarsi una massa interminabile di panni sporchi. Tutti amano indossare vestiti sempre puliti e profumati ma devono sapere che esiste anche un altro metodo “alternativo” per avere un bucato perfetto, consumando meno acqua.

 

Si parla di una soluzione ecologica che consente di poter lavare i propri panni utilizzando un piccolo impianto che prende il nome di ozonizzatore. É importante sottolinare che chi desidera acquistarlo, non deve effettuare opere murarie o modificare l’impianto del bagno ma basta semplicemente collegarlo al tubo della lavatrice per garantire un bucato davvero eccezionale.

 

Il sistema rilascia ozono che, mescolandosi con l’acqua, forma ossigeno attivo. Esso è un elemento molto utilizzato come additivo per sbiancare ed igienizzare i panni ed in questa maniera si ha modo di produrlo in tempo reale, direttamente a casa.
Ciò sta a significare che il soggetto che faccia uso di Igenial non ha più bisogno di comperare detersivi ed ammorbidenti perchè può tranquillamente diminuire il loro utilizzo o addirittura eliminarli del tutto.

Consumo acqua lavatrice: il vantaggio dell’ozonizzatore

Chi desidera acquistare l’ozonizzatore è interessato altresi’ a conoscerne i vantaggi.

Essi sono molteplici, come:

  • riduzione o eliminazione di detersivi ed ammorbidenti
  • riduzione dei tempi di lavaggio
  • riduzione dei costi di lavaggio
  • riduzione dell’inquinamento
  • maggiore durata della lavatrice
  • riduzione del rischio di allergie
  • aumento della durata di vita degli indumenti
  • massima igienizzazione

Ma ciò che più interessa in questa sede è che il suo utilizzo consente di ridurre il consumo di acqua e questo è senz’altro un fattore da non sottovalutare. Ognuno può ottenere un bucato pulito e perfetto, pagando la metà ed impiegando decisamente un tempo minore.

Consumo acqua lavatrice: maggiore dettagli sull’ozonizzatore

Se non si è profondi conoscitori dell’argomento, è utile effettuare delle ricerche su Internet per avere ulteriori informazioni a riguardo e comprendere come tale sistema stia avendo un enorme successo. In questa sede però è doveroso fornire maggiori dettagli riguardo il sistema di lavaggio per garantire a tutti un quadro completo.
Igenial è un generatore di acqua ozonizzata e rappresenta l’ultima frontiera per un bucato impeccabile. L’apparecchiatura è costituita da:

  • magneti per preservare la lavatrice dalla possibile formazione di calcare
  • miscelatore dinamico che ingloba l’ozono
  • miscelatore statico
  • essicatore con rigenerazione automatica
  • sistema di raffreddamento

L’ozono ha la caratteristica di poter lavare anche in acqua fredda, assicurando la massima igienizzazione e pulitura. L’ossigeno attivo penetra in profondità nello sporco e consente di poter lavare gli indumenti selezionando il ciclo di breve durata che impiega una minore quantità di acqua.
Igenial può cambiare la vita domestica di tutte le donne che finalmente non dovranno più preoccuparsi del loro bucato. Le caratteristiche specifiche dell’impianto soddisfano tutti i criteri affinchè si possa parlare di un ottimo impianto ed assicurano la maggiore durata a livello qualitativo degli indumenti lavati: il colore non sbiadisce e vengono rinvigorite le fibre dei tessuti.

Consumo acqua lavatrice: quando acquistare Igenial

In questo caso non è prevista una specifica situazione in cui sia necessario l’acquisto di Igenial per diminuire il consumo dell’acqua, anche perchè si tratta di un sistema adatto per tutti. É chiaro che potrebbe essere fondamentale nel caso in cui una famiglia abbia dei bambini piccoli e necessita di lavaggi frequenti per una biancheria sempre igienizzata.

Tale ozonizzatore è particolarmente consigliato anche per chi soffre di allergie che possono essere provocate da diversi fattori, ma anche per chi ha anziani in casa o persone sensibili che necessitano di indumenti perfettamente igienizzati.

Consumo acqua lavatrice: Igenial funziona davvero

Le aziende che si interessano della vendita del sistema sono veramente tante ma è importante sottolinare che comunque non si parla di una spesa esagerata.

Per i benefici che si possono trarre, si può tranquillamente affermare che il costo sarà ammortizzato nel tempo grazie al risparmio economico previsto per altre vie. Tuttavia è consigliabile scegliere un ozonizzatore di qualità e che abbia una certa prestazione per evitare di avere spiacevoli risultati. Igenial rappresenta la scelta giusta in quanto si tratta di un prodotto inserito qualitativamente nella fascia alta e non presente nessun tipo di controindicazioni. Grazie al suo utilizzo, il consumo di acqua non sarà più un problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *