lavare piumoni lavatrici

Lavare piumone in lavatrice, freschezza anche in inverno

Lavare il piumone in lavatrice è possibile con le giuste accortezze e seguendo alcuni passaggi si potrà ottenere una coperta sempre fresca e perfettamente igienizzata anche d’inverno.

Di seguito andremo a vedere quali sono i singoli passaggi che permettono di lavare piumone in lavatrice in modo sicuro.

Lavare piumone in lavatrice, come fare

L’attenzione per il lavaggio piumoni in lavatrice è strettamente connessa alle sue dimensioni verificando la capacità della propria lavatrice.

Ciò significa che sarà necessario controllare se la capienza del cestello sia adatta alla tipologia di prodotto che si vuole sottoporre al lavaggio.

In media un piumone per un letto singolo pesa intorno ai 5 kg che diventano 7 kg se contiene piume naturali, mentre un piumone matrimoniale prevede un peso dai 7 kg ai 10 kg.

Verificare le indicazioni delle etichette

I piumoni presenti in commercio sono diversi e variano in base alla tipologia di tessuto e di materiale che compone l’imbottitura.

Sarà importante quindi valutare se si dispone di un piumino sintetico, oppure con piume d’oca naturali e se sia possibile effettuare il lavaggio piumoni in lavatrice.

Osservare i simboli presenti sull’etichetta, consiglierà se sottoporre il piumone a un lavaggio con l’acqua, invece di una pulizia a secco.

Ogni produttore introduce una serie di indicazioni al fine di specificare le caratteristiche del piumone e la tipologia di lavaggio consigliato.

leggere sempre le etichette dei vestiti prima del lavaggio

Detersivi da utilizzare per lavare piumone in lavatrice

La pulizia di un piumone richiede una precisa attenzione, trattare precedentemente eventuali macchie di sporco molto resistenti per poi passare al vero e proprio lavaggio.

Il detersivo da utilizzare dovrà essere per i capi delicati e con una percentuale di ammorbidente.

Potrebbe essere molto utile anche utilizzare dei prodotti naturali, senza additivi chimici che permettono di ottenere lo stesso effetto, ma al contempo rispettando l’ambiente.

Altro aspetto da considerare è la quantità di detersivo che dovrà essere dosato con attenzione.

Se si è raggiunta la massima capienza della lavatrice, bisogna porre attenzione onde evitare la formazione di troppa schiuma.

Infine un’attenzione particolare deve essere posta per la scelta dell’igienizzante.

Eliminare microbi e batteri dal piumone è fondamentale, ma non sempre è possibile impiegare la candeggina o altre forme di igienizzanti ad ampio spettro.

I programmi da utilizzare e la loro asciugatura

Una volta preparato il piumone, si potrà passare al lavaggio, selezionando un programma.

La scelta non deve essere causale, ma è strettamente connessa alla tipologia di piumone di cui si dispone.

Quasi sempre sull’etichetta viene segnata la temperatura da selezionare e se sia possibile effettuare la centrifuga oppure no.

In linea di massima se il piumone contiene elementi sintetici il programma dovrà essere quello specifico per le fibre artificiali, mentre se sono presenti le piume d’oca o di anatra è preferibile un lavaggio delicato.

  • Sintetico: è consigliabile un programma sintetico con temperatura fino a 40° e con centrifuga.
  • Cotone e fibre naturali: si utilizzano programmi per capi delicati a 30°, senza centrifuga
  • Piume d’oca o d’anatra: temperatura massima 30° e lavaggio delicato, con centrifuga a basso regime.

Una volta completato il lavaggio piumoni in lavatrice si dovrà fare attenzione anche alla fase finale, ovvero quella dell’asciugatura.

Alcuni modelli prevedono la possibilità di essere introdotti in un’asciugatrice, per altri invece sarà necessario stenderli all’aria.

In questo caso è importante non appenderli a uno stendi panni, ma posizionarli in modo orizzontale permettendo all’imbottitura all’interno di distendersi in maniera uniforme.

asciugare-i-piumoni

Lavare i piumoni con l’ozonizzatore domestico IGENIAL

Per avere la sicurezza di lavare il piumone in lavatrice ottenendo sempre pulizia e igiene, si potrà impiegare un ozonizzatore domestico IGENIAL, sfruttando le proprietà dell’acqua ozonizzata. Questo strumento può essere facilmente installato e la sua funzione è quella di intervenire sull’acqua impiegata per il lavaggio.

L’acqua transita attraverso l’ozonizzatore domestico IGENIAL e viene arricchita di un gas naturale come l’ozono, per poi essere immessa nella lavatrice.

Grazie a questo processo, l’acqua ozonizzata è microbiologicamente pura, ovvero prima di qualunque microrganismo o di batteri che possono provocare danni all’essere umano.

L’ozonizzatore domestico IGENIAL è una valida soluzione per il pieno rispetto dell’ambiente, dato che l’acqua ozonizzata permetterà di ottenere un bucato pulito e igienizzato, ma senza la necessità di impiegare candeggina o detersivi.

Lascia un commento