Ogni quanto lavare i vestiti in lavatrice, la pulizia è importante

Spesso ci si domanda ogni quanto lavare i vestiti, al fine di mantenerli sempre puliti e igienizzati. In particolare se si ha necessità di impiegare una particolare tipologia di abbigliamento, o si vuole salvaguardare la durata dei propri vestiti.

Scopriamo quando è necessario effettuare il bucato e come lavare i vestiti in lavatrice, con un ozonizzatore domestico come IGENIAL.

Perchè è importante sapere ogni quanto lavare i vestiti

Conoscere ogni quanto lavare i vestiti in lavatrice, è una vera e propria necessità.

Un vestito non ben pulito può apparire opaco, presentare macchie e soprattutto avere un odore sgradevole. Sono tutti aspetti poco graditi a chi ci sta intorno, inoltre si deve considerare anche un possibile danno per la salute.

I capi di abbigliamento sono spesso in contatto con superfici, catturando eventuali microbi o agenti patogeni.

La presenza di questi organismi sui vestiti, può portare anche ad allergie alla pelle.

Grazie alla lavatrice, i lavaggi sono molto frequenti e questo può condurre a un eccesso di pulizia con un danno alle fibre.

esistono differenti tipi di sporco

Ogni quanto lavare i vestiti, che aspetti considerare

Ma come stabilire ogni quanto lavare i vestiti in lavatrice?

È importante considerare che i capi d’abbigliamento hanno delle caratteristiche proprie, che influenzano la loro capacità di resistere allo sporco e ai germi.

Alcuni capi devono essere sottoposti a un lavaggio quotidiano, altri invece possono essere utilizzati per diversi giorni.

Quando lavare i capi di intimo

L’abbigliamento intimo è composto quasi sempre da tessuto iper leggero, in cotone o in fibre sintetiche, a diretto contatto con la pelle.

Durante la giornata gli indumenti intimi possono assorbire sudore e fluidi del corpo.

Vediamo di seguito ogni quanto lavare i vestiti intimi:

Slip

Il lavaggio deve essere quotidiano, richiedendo quindi un’igienizzazione costante.

Reggiseno

Se lo si utilizza costantemente per un periodo di otto o nove ore, il reggiseno può assorbire il sudore e le creme che vengono utilizzate.
Significa che può essere impiegato per un massimo di 3 o 4 giorni e poi deve essere messo in lavatrice.

Calze e collant

Il lavaggio deve avvenire quotidianamente, onde evitare eventuali cattivi odori e irritazioni della pelle.

È consigliabile lavare in lavatrice i capi intimi sempre separatamente dal resto del bucato, in modo da ottenere il massimo dell’igiene.

Come comportarsi con i capi bianchi

L’utilizzo di un capo di abbigliamento bianco richiede una certa attenzione, sia nelle quantità di volte in cui sottoporlo al lavaggio, sia su come effettuarlo.

Nel primo caso sarà importante mettere in lavatrice i vestiti bianchi ogni volta che si utilizzano, evitando quindi che possano diventare opachi.

Dall’altro lato però si dovrà dedicare loro una lavatrice apposita, separandola dai colorati.

I jeans e abbigliamento sportivo

Spesso ci si domanda ogni quanto lavare un jeans, dato lo spessore del tessuto e l’elevata capacità di resistere allo sporco.

Anche in questo caso è importante considerare il suo impiego. Se viene utilizzato quotidianamente, dopo pochi utilizzi il jeans dovrà essere sottoposto a pulizia.

Ben diverso è il caso dell’abbigliamento sportivo, che richiede un lavaggio ogni volta che viene utilizzato.

I vestiti nuovi

Lavare i vestiti nuovi è importante, sia al fine di salvaguardare gli altri capi di abbigliamento, sia per tutelare la propria salute.

I tessuti nuovi spesso a contatto con l’acqua trasferiscono nel liquido l’eccesso di colore, con la conseguenza di rovinare il resto del bucato.

Spesso i capi appena acquistati sono stati maneggiati da altre persone, con la possibilità di essere un veicolo d’infezione.

È necessario lavarli ogni volta che si comprano e se necessario anche un paio di volte prima di indossarli.

Le giacche e i cappotti

Per giacche e i cappotti è sufficiente effettuare il lavaggio alla fine di ogni stagione, prima di riporli nell’armadio.

Ogni quanto lavare i vestiti con Igenial

Stabilire ogni quanto lavare i vestiti, può essere utile al fine di non utilizzare eccessivamente la lavatrice, consumando inutilmente acqua, corrente e detersivo.

È comunque importante considerare quanto sia indispensabile l’eliminazione di virus e batteri, che possono essere causa di danni alla salute.
Ma come lavare i vestiti in lavatrice, con la sicurezza di avere una combinazione di pulizia e igiene?

È necessario impiegare un ozonizzatore domestico come IGENIAL. L’ozonizzatore è uno strumento che permette di arricchire l’acqua con un gas naturale come l’ozono.

Un processo che avviene in maniera automatica e che assicura enormi vantaggi per i lavaggi dei capi in lavatrice:

  • Pulizia profonda: l’acqua ozonizzata è microbiologicamente pura. Significa che è priva di virus e batteri, offrendo una pulizia profonda del bucato.
  • Pulizia perfetta: grazie all’azione dell’ossigeno attivo i capi di abbagliamento risulteranno più brillanti e con fibre preservate nel tempo.
  • Riduzione dei consumi: IGENIAL permette di effettuare lavaggi a basse temperature, ottenendo una pulizia profonda. Ciò determina un netto risparmio di elettricità e una salvaguardia della meccanica dell’elettrodomestico.
  • Rispetto dell’ambiente: l’ozonizzatore domestico è uno strumento che rispetta l’ambiente, dato che utilizza i principi naturali dell’ossigeno senza la necessità di impiegare detersivi.

Utilizzare l’ozonizzatore domestico IGENIAL è la soluzione per programmare con precisione ogni quanto lavare i vestiti in lavatrice, riducendo eventuali sprechi.

Questo strumento assicura di ottenere il massimo del risultato, per un bucato perfetto.

lavare i capi con Igenial porterà numerosi vantaggi