Pulizia lavatrice: alcuni consigli utili

Pulizia lavatrice: alcuni consigli utili

La pulizia della lavatrice è un’operazione fondamentale per fare in modo che il bucato venga lavato nella maniera migliore possibile.

Bastano pochi e semplici accorgimenti per allungare la vita di questo elettrodomestico essenziale, oltre che per ridurre al minimo il suo consumo energetico e, di conseguenza, le sue spese di manutenzione.

Scopriamo insieme alcuni consigli da seguire per effettuare una pulizia lavatrice all’insegna della massima precisione ed efficacia.

Come pulire le guarnizioni e la gomma della lavatrice

Per consentire ad una lavatrice di operare al meglio per un arco di tempo abbastanza lungo, è consigliabile partire da alcuni dei pezzi considerati più delicati in assoluto.

Stiamo parlando delle guarnizioni e della gomma, essenziali per una pulizia lavatrice da attuare al meglio.

Queste parti vengono poste in corrispondenza della chiusura del cestello e delle varie vaschette contenenti il detersivo e un lavaggio fatto male può favorire il proliferarsi della muffa, con la conseguente diffusione dei tanto temuti cattivi odori.

In tal caso, sono diverse le idee che possono essere messe in pratica:

  • l’utilizzo di una pasta naturale contenente limone, bicarbonato e soprattutto aceto, con quest’ultimo che disinfetta al meglio le parti più complicate ed è ottimo contro il calcare;
  • un altro tipo di pasta naturale, formato semplicemente da acqua e bicarbonato;
  • lo scioglimento di un pizzico di detersivo da passare sulle porzioni interessante con una spugna o un panno in microfibra.

Nelle prime due opportunità, bisogna passare uno spazzolino da denti in corrispondenza della gomma e attendere i risultati.

Come pulire il filtro della lavatrice

Un altro passaggio da non lasciare in secondo piano per una pulizia della lavatrice di ottimo livello riguarda la cura del filtro.

Quest’ultimo serve per il carico e scarico dell’acqua e non richiede una manutenzione molto eccessiva.

È sufficiente eseguire tale intervento circa una volta all’anno per garantire a questo pezzo tutta la funzionalità della quale necessita per agire al meglio.

Il filtro si trova esattamente in corrispondenza della porzione frontale della lavatrice e viene avvolto all’interno di un piccolo sportello.

Il suo smontaggio va effettuato dopo che la lavatrice sia stata posta in una condizione di riposo e che i rubinetti dell’acqua siano stati tutti chiusi a dovere.

Al di sotto del punto esatto nel quale si sta smontando il filtro, è sempre consigliabile posizionare un piccolo contenitore.

Quindi, bisogna ripulirlo con un piccolo getto d’acqua e passato con uno spazzolino con pasta di bicarbonato, esattamente come per la pulitura delle guarnizioni.

In caso di sporco eccessivo, si può immergere il filtro in un mix di acqua e aceto per diverse ore.

Pulire lavatrice in modo naturale

La pulizia delle vaschette dei detergenti con prodotti naturali

Al fine di evitare le incrostazioni delle vaschette dell’ammorbidente e del detersivo, è opportuno pulire le stesse con una soluzione di aceto, limone e bicarbonato.

Basta versare un po’ di questa soluzione su una spugnetta e strofinare in modo deciso; in questo modo eviterete la formazione e la prolificazione di germi e batteri.

Come pulire il cestello della lavatrice

Proseguiamo adesso con un altro pezzo da tenere sempre in massima considerazione al momento della pulizia lavatrice.

Si tratta del cestello, generalmente realizzato in acciaio inox e tra le componenti maggiormente soggette all’invasione del pericoloso calcare. In tal caso, è preferibile effettuare un lavaggio a vuoto con cadenza mensile.

Nel cestello bisogna versare circa un bicchiere di aceto di vino bianco, un prodotto ideale anche per le vaschette e l’oblò e capace di rimuovere i cattivi odori.

Per rendere l’azione complessiva ancora più efficace, è possibile aggiungere un tocco di bicarbonato di sodio.

Inoltre, per prevenire l’eventuale nuova formazione di muffa, è necessario rimuovere tutti i panni subito dopo la fine del lavaggio con una conseguente asciugatura accurata del cestello.

Come si può notare, basta ben poco per avere un cestello della lavatrice sempre al massimo delle proprie potenzialità.

Come pulire la parte esterna e l’oblò

La pulizia lavatrice viene caratterizzata anche dalla capacità di rendere l’aspetto esteriore sempre ben gestito.

Per tali motivazioni, la parte esteriore di questo importante elettrodomestico va pulita a dovere, insieme ad un’altra componente di primo piano come l’oblò.

Diamo un’occhiata agli ingredienti che occorrono per effettuare questo tipo di lavoro nella maniera migliore possibile:

  • del sapone di Marsiglia, dalla quantità pari a circa un cucchiaio;
  • dell’aceto bianco;
  • un po’ d’acqua;
  • dell’olio di limone;
  • del bicarbonato di sodio, anche in questo caso un cucchiaio.

Tutti questi ingredienti devono essere mescolati col massimo della cura e immessi in un apposito spray, da spruzzare direttamente sulla lavatrice.

Per completare la pulizia degli esterni della lavatrice, è sufficiente passare una piccola spugna.

Pulizia lavatrice, come rimuovere ogni cattivo odore

Abbiamo visto in grandi linee quali sono i passaggi per compiere una pulizia lavatrice all’insegna della massima precisione e con risultati garantiti.

Cosa bisogna fare per eliminare i cattivi odori e conferire a ciascun apparecchio un profumo ideale?

Ecco ulteriori trucchi e consigli che possono essere seguiti per raggiungere tale obiettivo senza alcuna difficoltà.

  • Quando la lavatrice non è accesa, si consiglia di lasciare l’oblò aperto e asciugare il cestello per evitare si vada a depositare una quantità eccessiva di acqua.
  • Un buon miscuglio fatto da aceto, limone e bicarbonato di sodio, o in alternativa da solo aceto e olio al gusto di limone o lavanda, può essere aggiunto al lavaggio vero e proprio per risultati ancora più soddisfacenti.
  • Bisogna pulire con una certa frequenza anche il tubo di alimentazione, al fine di lasciarlo più libero possibile.
  • Un lavaggio a 90 gradi sarebbe ideale per un’igienizzazione di ottimo livello, e quindi per un odore almeno sopportabile.
  • Il detersivo e l’ammorbidente vanno inseriti con il giusto criterio, senza esagerare né con l’uno né con l’altro.
  • Dopo aver completato il lavaggio, si deve rimuovere la biancheria pulita senza lasciarla nella lavatrice per un arco di tempo troppo elevato.

Igenial, l’ozonizzatore che lava e igienizza i capi con rapidità

Cosa si può fare per effettuare una pulizia lavatrice che sia in grado di rispettare tutte le direttive descritte e garantisca una lunga vita all’imprescindibile elettrodomestico?

Una buona idea è senz’altro rappresentata da Igenial.

Si tratta di un ozonizzatore per il bucato che serve a lavare e igienizzare qualsiasi tipologia di capo di abbigliamento e di biancheria in genera.

Non servono ammorbidenti o detergenti di alcun genere per lasciar agire tale prodotto, che riesce ad azionarsi in perfetta autonomia per una lavatrice sempre al massimo della propria efficienza meccanica.

Tale sistema non rovina i panni e li rende sempre puliti e profumati, oltre a diffondere quel giusto profumo all’interno del bagno e per buona parte della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *