Stendere i panni in casa fa male, come possiamo comportarci?

Stendere i panni in casa fa male, come possiamo comportarci?

In questi giorni con l’inverno ormai alle porte, ci troviamo quasi tutti i giorni con lo stendere i panni in casa.

Un po’ perchè non abbiamo cantine o taverne, altre volte perchè il nostro balcone non si trova in una posizione al coperto, fuori piove e i nostri panni sul balcone si bagnerebbero ulteriormente sprecando tempo ed energia e senza avere i nostri indumenti puliti.

Studi confermano che è preferibile non stendere i panni in casa

Da recenti studi condotti dal Professor David Denniga del National Aspergillosis Center di Manchester hanno evidenziato che stendere i panni in casa aumenta l’umidità della stanza anche del 30%, questo aumenta la probabilità che si formino muffe,funghi e di conseguenza anche la proliferazione di batteri all’interno della nostra casa.

In particolare un fungo chiamato Aspergillus Fumigatus, non particolarmente nocivo o pericoloso per individui sani, ai quali potrebbe causare “solo” tosse o raffreddore. Nei soggetti con problemi asmatici o nei bambini potrebbe però portare a problematiche più significative ed è appunto per questo che è importante combattere il fungo al suo insorgere.

muffe e funghi sui muri a causa dell'umidità

Come stendere il bucato in casa

Ora vediamo qualche consiglio per come stendere il bucato in modo che l’asciugatura possa avvenire in modo più veloce e anche l’acqua degli indumenti possa evaporare più rapidamente.

Saper stendere il bucato nel modo corretto è molto utile e proprio per questo è fondamentale stendere i panni più larghi possibile sullo stendino e avere a disposizione un’asciugatrice sarebbe sicuramente di enorme utilità.

State attenti a posizionare lo stendino in prossimità di una finestra aperta, il passaggio di aria permetterà di far asciugare prima i nostri indumenti.

Un’altro consiglio molto utile è quello di effettuare una doppia centrifuga durante il lavaggio in lavatrice in modo che i panni siano completamente strizzati all’uscita dalla lavatrice. Tenete in considerazione il fatto che esistono alcune controindicazioni a questa operazione in quanto alcuni indumenti particolarmente delicati o non adatti ad una doppia centrifuga potrebbero rovinarsianche irreparabilmente.

Quali soluzione per la nostra salute

Come ad ogni cosa vi è una soluzione, anche per stendere i panni in modo adeguato senza che questo rischi di peggiorare il nostro stato di salute.

In estate o in primavera questa problematica non esiste, a meno che abbiamo un appartamento senza balconi o già particolarmente umidoe che quindi il nostro stendito deve sempre stare al chiuso, ma almeno in quei mesi dell’anno le finestre possiamo tenerle aperte tutto il giorno e il riclico dell’aria è molto buono.

Vediamo quindi alcune soluzioni per quando stendiamo i panni in casa e dobbiamo far si che si crei meno umidità e quindi muffa.

Asciugare all’esterno e al sole

Se quel giorno non piove, anche se inverno, è consigliabile che il nostro stendino venga posizionato all’esterno.

I nostri panni all’aria aperto si asciugheranno prima e sicuramente l’aria farà si che la tua biancheria avrà sempre un buon profumo.

Non stendere nelle camere o nella zona giorno

Si consiglia di non stendere nelle camere da letto o nella zona giorno in quanto l’acqua del lavaggio rimasta sui nostri indumenti durante la loro asciugatura evapora ed è proprio in queste condizioni che il fungo prolifera meglio avendo le condizioni ideali di sopravvivenza.

Se queste stanze sono sfruttate maggiormente l’inalazione di funghi e spore sarebbe molto alta e continua.

Aprire spesso le finestre

È importante far cambiare spesso aria in tutte le stanze, in qualsiasi stagione, anche se piove.

Si consiglia di spalancare le finestre per 3-5 minuti diverse volte al giorno.

Nei locali cucina e bagno, dove si crea più vapore, questa operazione deve essere fatta maggiormente.

Deumidificare l’ambiente

Nel caso in cui bisogni stendere i panni in casa, un’altra soluzione per abbassare l’umidità è deumidificare l’ambiente.

Qui di seguito dei piccoli consigli per ridurre l’umidità negli ambienti di casa :

  • trovare il giusto modo per innaffiare le piante di appartamento;
  • utilizzare un ventilatore in grado di creare un ricircolo d’aria che porti umidità all’esterno;
  • Utilizzare deumidificatori fai da te o acquistarne uno professionale;
  • Diminuire i tempi di docce, bagni ecc..
  • Utilizzare stufette elettriche portatili nei locali in cui si desidera deumidificare

stendere i panni in casa distanziati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *