Come lavare le mascherine e igienizzarle

Come lavare le mascherine e igienizzarle

In questo periodo ci si chiede spesso come lavare le mascherine. Queste sono strumenti fondamentali per fruire in libertà e sicurezza dei luoghi aperti al pubblico.

A patto che non si tratti di modelli usa e getta, è necessario igienizzarle dopo l’uso.

In questo articolo abbiamo raccolto le informazioni necessarie per realizzare una guida pratica e completa, che indichi al lettore come lavare le mascherine.

Si tratta di un gesto salutare utilizzare le mascherine

L’utilizzo delle mascherine protegge te stesso dalla possibilità di essere infettato da virus. Allo stesso tempo portarle in viso comporta una forma di rispetto, nei confronti delle altre persone.

Un sistema pratico ed economico, utile per prevenire l’insorgenza di sgradevoli infezioni.

Ma cosa succede esattamente quando indossiamo queste protezioni? Perché è importante lavare le mascherine?

Respirare e parlare con altri individui, comporta la possibilità che nei filtri interni, o sulla superficie esterna della mascherina, possano rimanere imprigionati germi e impurità.

Proprio per questo bisogna usare molta accortezza quando si sfila il dispositivo filtrante dal viso, soprattutto quando la si ripone a fine giornata.

Ciò che poi conta più di ogni altra cosa, è l’aspetto relativo all’igiene. Per questo motivo è importante capire come lavare le mascherine.

perchè vengono utilizzate le mascherine

Quali mascherine possono essere lavate?

Attualmente, in commercio, esistono tre tipi di mascherine:

Nel primo caso, si tratta di dispositivi medici monouso. Dopo averle utilizzate, vanno necessariamente gettate.

Questo accade perché non è possibile igienizzare a fondo le fibre interne, senza andare a intaccare le loro capacità filtranti.

Nemmeno i DPI possono essere sanificati in lavatrice. Trattandosi di mascherine sulle quali è montata una valvola termo trasmittente, oppure realizzate con un particolare materiale dotato di altissime proprietà filtranti, esse verrebbero irrimediabilmente compromesse.

Resta quindi da affidarci alle mascherine in stoffa, le uniche che è possibile igienizzare in lavatrice.

Come lavare le mascherine, la routine della salute

Avere dei dubbi su come lavare le mascherine di stoffa è del tutto normale.

Non è pensabile avviare un lavaggio in lavatrice ogni giorno, per poche mascherine. È essenziale munirsi di una gran quantità dei sistemi di protezione respiratoria (tra le quattro e otto mascherine per ciascun familiare).

Per far sì che eventuali microrganismi non proliferino altrove negli spazi domestici, è importante avere a disposizione un piccolo cesto, all’interno del quale deporre le mascherine dopo il loro utilizzo.

In questo modo, dopo averne accumulato un numero consistente, si potranno facilmente lavare le mascherine in lavatrice almeno una volta a settimana.

Ovviamente bisognerà disinfettare anche il cesto e il sacco contenitivo.

Lavare le mascherine in lavatrice con ozono

L’unico modo per avere dispositivi di sicurezza igienizzati è quello di lavare le mascherine in lavatrice.

Le possibilità a disposizione sono due:

  • fare un normale lavaggio con qualsiasi detersivo per bucato;
  • usare un ozonizzatore domestico.

Nel primo caso occorre procedere alle operazioni di lavaggio, impostando una temperatura di almeno 60 gradi e usare un comune detergente.

Per non ridurre le capacità filtranti della mascherina, bisogna avere la premura di non superare il numero massimo di 10 lavaggi.

Un altro inconveniente di lavare le mascherine in questo modo, è quello dell’utilizzo di detergenti che a contatto con la pelle potrebbero crearci delle allergie.

Un sistema che permette il lavaggio delle mascherine in modo naturale, senza detergenti, è l’ozonizzatore domestico.

Utilizzare la comune acqua del cestello arricchita con ozono (un gas in grado di distruggere batteri e virus), assicurerà il massimo dell’igiene, anche a basse temperature.

La sua azione non richiede lunghi cicli di lavaggio, pertanto già in 30 minuti le mascherine saranno perfettamente sanificate.

Gli altri vantaggi di usare acqua ozonizzata, derivano dalla sua esclusiva azione immediata. Quando si monta un ozonizzatore domestico, non occorre aggiungere alcun tipo di detersivo per avere un’azione pulente e igienizzante.

Il risultato finale è quello di avere mascherine perfettamente sanificate e pulite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *