lavare le lenzuola

Lavare lenzuola igienizzandole in modo semplice

Lavare lenzuola a mano, o in lavatrice, è un’operazione da effettuare con una certa frequenza, al fine di mantenere il proprio letto sempre pulito.

In questa prospettiva, andremo a sottolineare i metodi più semplici per l’igienizzazione e quali siano gli straordinari vantaggi dell’impiego di un ozonizzatore domestico.

Lavare lenzuola, perché è importante igienizzarle

Perché è importante lavare le lenzuola?

Questa tipo di biancheria è in diretto contatto con la pelle del corpo e del viso. Le lenzuola acquisiscono nel tempo vari fluidi corporei (come il sudore), possono inoltre accumulare batteri e microbi.

Tra le fibre dei tessuti si possono accumulare polveri e acari. Con il passare del tempo si possono causare una serie di problematiche alla pelle. Allergie respiratorie e dermatiti, sono le più comuni.

L’attenzione alla pulizia e all’igiene, determina una serie di effetti molto vantaggiosi per ogni individuo:

  • Migliora il benessere del sonno: le lenzuola pulite mantengono una fragranza piacevole e delicata.
  • Sicurezza del bucato: un lavaggio costante della biancheria da letto offre la certezza di eliminare batteri, germi e polvere.

Quali sono i sistemi più semplici per igienizzare le lenzuola

Igienizzare è un particolare processo in base al quale batteri, germi e microorganismi dannosi vengono eliminati.

I fattori che determinano queste azioni sono l’impiego di temperature superiori ai 40° e il detersivo.

Di seguito indichiamo i prodotti chimici e naturali più impiegati per l’igienizzazione:

Detersivo

In commercio sono presenti una vasta gamma di prodotti a base di candeggina. Questo è uno degli elementi chimici più impiegati per eliminare i microrganismi.

Bicarbonato

L’azione del sodio, a contatto con l’acqua, determina una reazione del tutto naturale. Questo trattamento elimina i batteri, le muffe e i funghi pericolosi per la salute.

Aceto bianco

L’effetto igienizzante è molto simile a quello del bicarbonato. Esso funge anche da ammorbidente, perchè i principi attivi presenti al suo interno intervengono direttamente sulle fibre di tessuto, allargandole e rendendole più elastiche.

Acqua ozonizzata

Il termine viene impiegato per identificare un’acqua arricchita con ossigeno, attraverso l’aggiunta di ozono, un gas del tutto naturale. L’azione dell’ossigeno attivo, interviene direttamente sulle fibre, eliminando lo sporco più resistente, conferendo morbidezza ai tessuti.

dormire su lenzuola pulite

Lavare lenzuola in lavatrice, come ottenere una giusta pulizia

Una dei sistemi più semplici per igienizzare la biancheria da letto è di lavare le lenzuola in lavatrice.

Può sembrare una operazione semplice, ma per evitare errori sarà utile seguire alcuni consigli.

Leggere le etichette e dividere le lenzuola

Il primo passo è quello di controllare l’etichetta. Verificheremo così se sia possibile utilizzare la lavatrice e quali siano le precauzioni indicate dal produttore.

Esistono alcune tipologie di lenzuola, come quelle in seta, che richiedono il lavaggio a mano.

Per essere sicuri di poter utilizzare la lavatrice, sarà necessario che sull’etichetta sia presente il simbolo con una bacinella d’acqua e il numero dei gradi al suo interno.

Preparare le lenzuola

Bisognerà predisporre il lavaggio per le lenzuola singolarmente, evitando di aggiungere altri capi di abbigliamento.

Dobbiamo considerare che la biancheria da letto occupa uno spazio maggiore, tenendo conto della capienza della lavatrice.

Come nel caso dei panni comuni, è importante separare le lenzuola colorate dalle bianche.

Se le lenzuola sono nuove, è meglio effettuate un primo lavaggio per far “scaricare” i colori.

La scelta della temperatura e il programma

A quanti gradi lavare le lenzuola? È una domanda che ci si pone dal momento in cui si vuole ottenere un bucato pulito ew igienizzato.

Anche in questo caso sarà utile far riferimento alle indicazioni del produttore, controllando sull’etichetta quale siano le gradazioni consigliate.

Se eventualmente non è possibile identificare i gradi, è utile impiegare delle temperature tra i 40° e i 60°.

Si dovrà fare attenzione anche alla tipologia di programma da utilizzare, preferendo quello per le fibre delicate.

Il detersivo da utilizzare

Se si vuole igienizzare in modo naturale le proprie lenzuola, si potranno utilizzare il bicarbonato o l’aceto bianco, oppure l’acqua ozonizzata.

L’asciugatura

La fase di asciugatura è importante, dato che i tessuti devono essere perfettamente asciutti. È importante evitare che la presenza di umidità possa vanificare l’igienizzazione e determinare la presenza di muffe e funghi.

Nei casi in cui non si possa utilizzare un’asciugatrice, bisogna stendere le lenzuola in modo da non formare pieghe.

lavare senza detersivi

Lavare lenzuola con l’ozonizzatore domestico IGENIAL

Il termine ozonizzatore domestico indica uno strumento compatto, realizzato da IGENIAL, che verrà installato dietro alla lavatrice. Il dispositivo permette di produrre l’acqua ozonizzata.

Il processo è semplice, dato che avviene in modo automatico ogni volta che si decide di lavare le lenzuola in lavatrice, o si utilizza un rubinetto.

L’azione dell’ozonizzatore domestico IGENIAL è di intervenire sulla composizione dell’acqua, offrendo la possibilità di igienizzare le lenzuola in modo semplice e nel più breve tempo possibile.

I vantaggi di installare un prodotto IGENIAL si determinano anche dal punto di vista economico e ambientale.

Grazie all’ozonizzatore domestico, si potranno lavare le lenzuola in lavatrice e a mano a temperature più basse, anche in acqua fredda, senza dover effettuare lunghi programmi o risciacqui.

Si otterranno lenzuola pulite, morbide, e igienizzate senza dover impiegare un detersivo, con un’azione diretta a salvaguardia della natura.

Lascia un commento