I 10 errori comuni nel lavare in lavatrice i capi

I 10 errori comuni nel lavare in lavatrice i capi

Lavare in lavatrice il bucato è un’azione che tutti svolgono.

Molte volte con successo, ma spesso vengono commessi diversi errori.

In questo articolo andremo a valutare quali sono quelli più comuni.

Passaggi per lavare in lavatrice i panni

Come lavare i panni in lavatrice? La risposta a questa domanda è semplice dato che basteranno poche azioni:

  • Preparare i panni
  • Inserirli nel cestello
  • Caricare il detersivo
  • Scegliere il programma e la temperatura
  • Azionare l’elettrodomestico.

Una sequenza semplice e intuitiva, ma che porta a commettere errori comuni.

Non pulire la lavatrice

Il bucato, per venire perfetto, deve essere svolto da una lavatrice pulita.

Eventuali residui di calcare, oppure la presenza di acqua sporca tra le guarnizioni può portare a un bucato poco igienico.

Per evitare tale situazione sarà importante effettuare una pulizia del cestello e dei diversi componenti periodicamente.

Non dividere i tessuti

Spesso si pensa che per lavare in lavatrice i panni, è sufficiente prenderne un mucchio di vestiti sporchi, inserirli nel cestello e far partire l’elettrodomestico.

Mischiare i diversi tessuti o colori di abbigliamento è un errore comune.

Questo gesto può portare a capi che cambieranno colore ed altri che si restringeranno.

Sarà quindi fondamentale dividere i vari capi di abbigliamento, separando i colorati dai bianchi, e l’intimo dall’abbigliamento di tutti i giorni.

un errore da evitare, mischiare i colori dei capi nel lavaggio

Non preparare i panni

Sarà importante organizzare i panni di bucato prima di lavarli. Di seguito indichiamo quali sono le azioni da non dimenticare:

  • Rovesciare il capo: è consigliabile mettere alla rovescia ogni capo di abbigliamento.
  • Chiudere cerniere e bottoni: se si lavano maglie o giubbotti, che hanno cerniere o bottoni, è preferibile chiuderli.
  • Svuotare le tasche: controllare le tasche, per evitare che gli oggetti contenuti si diffondano per tutto il bucato.

Scegliere la temperatura non adatta

Tutti i modelli di lavatrice prevedono la possibilità di scegliere la temperatura di lavaggio.

Il fattore temperatura è importante per evitare di trovare capi sbiaditi, rovinati o ristretti, dato che la scelta deve essere fatta proprio in base alla tipologia di tessuto.

A questo fine, può essere utile controllare preventivamente la temperatura adatta per ogni articolo di abbigliamento, leggendola sulle etichette.

Selezionare il programma sbagliato

In base alla tipologia di tessuto, al suo colore e alle indicazioni fornite dal produttore, bisognerà scegliere con attenzione anche la tipologia di programma.

Se per esempio si deve lavare in lavatrice un capo di lana, sarà necessario un programma che non preveda centrifuga e che offra una temperatura adatta.

Sbagliare tipologia e quantità di detersivo

L’errore che si compie spesso è utilizzare una quantità in eccesso di detersivo, con la conseguenza di trovarsi schiuma e acqua ovunque.

I detersivi inoltre contengono sostanze che non sempre sono idonee per la nostra pelle

Lavare tessuti che non vanno in lavatrice

Lavare in lavatrice i panni è comodo, veloce e soprattutto un’attività che non richiede sforzi.

Non tutti i tipi di tessuti vanno però inseriti al suo interno.

Si dovrà fare attenzione ai materiali elastici, come la lycra, e i prodotti con un’alta percentuale di fibre acriliche e sintetiche.

Caricare l’elettrodomestico eccessivamente

Ogni cestello di una lavatrice può contenere una certa quantità di panni, parametro che viene espresso in chilogrammi.

È un valore a cui si dovrà fare molta attenzione, dato che un eventuale carico eccessivo potrà determinare una serie di conseguenze:

  • Lavaggio incompleto: l’eccesso di panni rende la pulizia del bucato imperfetta;
  • Fuoriuscita d’acqua: durante il carico dell’acqua se si supera il peso consigliato, si potranno avere delle fuoriuscite di acqua dalla guarnizioni con danni diretti;
  • Sforzo del motore: un peso eccessivo produrrà un carico sul motore e sulla centrifuga;

ogni lavatrice deve contenere il giusto carico

Non fare la manutenzione

Come tutti gli elettrodomestici, anche la lavatrice richiede una manutenzione periodica.

Importantissimo è prevenire il calcare, sostituire guarnizioni o cuscinetti; non intervenire solo quando si avrà un danno importante, questo porterebbe a un dispendio economico ingente.

Sottovalutare la qualità dell’acqua

L’errore più comune è quello di non considerare la qualità dell’acqua, che viene utilizzata per il lavaggio.

Se è presente troppo calcio, o sali minerali in genere, si potrebbe verificare un bucato opaco.

Avremo così un odore non sempre dei migliori, la sensazione di un capo non pulito e soprattutto non igienizzato.

Lavare in lavatrice i panni e l’utilizzo di IGENIAL

Ottenere un buon bucato è possibile con l’utilizzo di un  l’ozonizzatore IGENIAL.

L’ozonizzatore funziona in modo semplice, dato che permette di ottenere un’acqua ozonizzata, grazie all’ozono.

In questo modo il liquido che viene utilizzato per lavare in lavatrice il bucato, sarà puro, di qualità e privo di qualunque agente inquinante.

Con Igenial, molti errori di lavaggio non saranno più un problema.

I lavaggi a basse temperature avranno un’azione ottimale e si potrà fare a meno dei detersivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *